mercoledì 10 febbraio 2016

REVIEW| Maybelline New York - Correttore Cancella Età -

Se la latitanza fosse un mestiere, io sarei la leader indiscussa di tutte le blogger.

Chi mi segue sulla pagina facebook, dove sono certamente più costante che con il blog, saprà che ormai sono due anni che non me la passo proprio bene e ultimamente è stato ancor di più un periodo buio a causa di varie tragedie che si sono successe nella mia vita. Tra tante cose brutte però, una bella c'è e per chi si fosse persa l'evento, sappiate che la sottoscritta è approdata sul tubo (se siamo fortunati oggi abbiamo il debutto!).

Bandendo dunque le ciance, se volete vi lascio (non so quando, visto che con l'avvento sul canale mi sposto lì per la maggior parte delle mie cose) su questi lidi poi una breve storia della mia triste e recente vita, senza contaminare ulteriormente questo post di recensione .

Anche se ve ne ho già parlato tempo fa di questo prodotto, oggi voglio riproporre la recensione dello stesso, aggiornandovi sull'utilizzo, dal momento che è uno di quei holy grail che comprerei e ricomprerei altre mille volte.


Partiamodal packaging, davvero molto carino. 
Si tratta di un flacone di plastica dura e trasparente, all'interno del quale è possibile visionare la quantità di prodotto contenuto. Sulla parte superiore, il tubetto è interrotto da una fetta, anch'essa di plastica, di colore rosso, sulla quale è disposta infine una spugnetta che ne rappresenta l'applicatore stesso. Il tappo è di plastica a forma di cupoletta, trasparente.


Affinchè il prodotto possa fuoriuscire è necessario ruotare la parte rossa.
Un pistoncino all'interno del flacone, si abbasserà a mano a mano che girate, spingendo il contenuto verso l'alto fino ad arrivare alla spugnetta che si impregnerà di correttore.

A questo punto potete utilizzare il prodotto applicandolo direttamente dalla spugnetta sulla zona di interesse, stendendo infine il prodotto con le dita.

Inizialmente questa era la modalità unica con cui applicavo questo correttore, poi con il tempo mi sono resa conto che molto del prodotto andava sprecato e che quindi una volta ruotata la ghiera rossa per farlo uscire, premendo la spugnetta dall'alto verso il basso, sarebbe uscito il correttore che invece andava perso. 

La texture è leggera, cremosa e facile da stendere.
La durata è abbastanza buona, ma tenete conto che è anche un prodotto ad alto tasso di siliconi. Non entra nelle pieghette anche se non ci applicate una cipria subito dopo per fissarlo, è abbastanza coprente e non secca il contorno occhi.
Disponibile solo in due tonalità: light e nude.
Il contenuto del flacone è di 6,8 ml ed ha un pao di 6 mesi. Il prezzo varia a seconda del negozio e delle offerte che trovate in corso.
Al prossimo articolo.
* post sponsorizzato.
*Il prodotto mi e' stato inviato in forma di OMAGGIO al fine di testarlo, valutarlo e recensirlo. Questo non ha in alcun modo influenzato la mia opinione a riguardo che resta sempre sincera e soggettiva, nel rispetto dei miei lettori e del mio lavoro. Non sono stata pagata per scrivere tale articolo, pertanto ciò che leggete è tutto frutto della mia personalissima esperienza che non è stata fuorviata in nessun modo da tale collaborazione.*

mercoledì 11 novembre 2015

LUSH PRESENTA L'ESCLUSIVA COLLEZIONE NATALE 2015







Cosa ne pensate? Io sono troppo felice ma al contempo troppo triste di sapere che Yog Nog diventa una ballistica. Io non so se avete mai avuto l'opportunità di provare il sapone uscito in limited edition lo scorso anno, ma il profumo è davvero divini. Uno dei miei preferiti.

In questi giorni vi parlerò proprio di lui, così che possiate prepararvi agli acquisti.
Buono shopping!
 

domenica 8 novembre 2015

AESTETICA 2015 - NAPOLI MOSTRA D'OLTREMARE

Della serie "a volte ritornano", tralasciamo la lunghezza del periodo della mia assenza ed i motivi e parliamo di un evento che si è svolto ieri e che si sta svolgendo ancora adesso, fino a domani, a Napoli. Ogni anno la mostra d'Oltremare ospita numerose fiere e tra esse quella dedicata al settore beauty che prende il nome di Aestetica

Sono ormai tre anni che prendo parte alla fiera che, sebbene sempre molto piccola, ha delle chicche davvero interessanti. Quella di quest'anno riguardava il brand americano NYX, che tutte aspettano con molta ansia. Io stessa ci sono andata principalmente per questo motivo ma con profondo rammarico son rimasta delusa ed a breve vi spiego il perchè...

Quest'anno ho raggiunto il posto in compagnia della mia migliore amica e ringrazio Aestetica nella figura di Manuela per avermi dato l'opportunità di partecipare alla fiera. Sono arrivata con tutta calma, come del resto ho fatto anche gli anni precedenti ma stavolta già alla cassa ho trovato ci fossero davvero pochissime persone. Una volta entrata all'interno, ho saltato i primi padiglioni che principalmente trattano di estetica, capelli, unghie e mi sono lanciata nel cuore della fiera.

Il quantitativo di persone era davvero pochissimo, almeno rispetto allo scorso anno ed ho trovato davvero fosse più deludente degli anni passati. Sarà che ormai ho raggiunto un numero di trucchi tali da non servirmi più di così tante cose, ma gli stand dedicati al trucco erano davvero pochi e nessuno di essi aveva delle cose che mi potessero attirare a fare caterve di acquisti. Sono stata felice di trovarvi Bellezza Naturale, negozio presso il quale ho effettuato molti dei miei acquisti ecobio e meno per aver trovato lo stand NYX sfornito.

 
Avete capito bene, lo stand NYX poco prima dell'ora di pranzo risultava sfornito dei prodotti più gettonati dell'azienda americana. Ero andata lì convinta di poter finalmente acquistare i rossetti liquidi nella texture matte ed invece non è stato possibile perchè ciò che di questa linea era rimasto, erano solo dei colori smortini che non mi sarebbero mai stati bene. In più ho avuto l'impressione che non ci fossero proprio tutte le referenze che il brand vanta e la cosa non mi ha fatto molto piacere. Poteva essere un'opportunità per toccare dal vivo prima di acquistare, invece di affidarsi sempre al web e quindi in sostanza alla scatola chiusa. Non c'era nessuno sconto particolare, anzi vi dirò che forse su Maquillalia qualcosa riuscite anche a beccarla ad un prezzo inferiore, ma acquistare dal vivo ha tutto un altro sapore. Sono riuscita a prendere comunque qualcosina perchè andarmene a mani vuote da lì mi veniva troppo male. Chiaramente ho acquistato articoli che hanno suscitato comunque il mio interesse.

Per quanto concerne Bellezza Naturale, anche in questo caso venivano venduti soltanto alcuni marchi, forse quelli più richiesti, ma la maggior parte delle cose esposte risiedevano già all'interno della mia make up table e quindi...Interessante però era lo sconto del 20%, infatti il loro piccolo stand era pieno zeppo di gente e anche fare foto è risultato difficoltoso.



Come ogni anno, in fiera erano presenti anche altri brand come Paola P, Orly, Collection Professional. Ho notato anche la presenza di Essie, che non avevo notato lo scorso anno e Lady Nail con il suo giga stand rosa tutto colorato.


Proprio stamattina, ho appreso dalla pagina Instagram di Lady Nail che hanno lanciato una linea di make up che sembra davvero pazzesca. Gli ombretti hanno dei colori bellissimi, peccato solo non aver notato la novità, perdendomi così l'opportunità di provare qualcosina.

Altra bella scoperta è stata Mesauda. Lo stand era in fiera anche gli anni precedenti, ma non so per quale motivo, non mi ero manco mai avvicinata ai loro prodotti. Con immensa giuoia però, ho scoperto che i loro prodotti non sono niente male e mi sono lanciata nell'acquisto delle loro matite labbra.

Non sono mancati gli stand dimostrativi delle accademie più famose sul territorio partenopeo come Kryolan e l'Accademia di Liliana Paduano. Incantevole è stata la dimostrazione di Alessandra Amabile, dove mi sono incantata per tutto il tempo a guardare lei e le sue assistenti eseguire opere d'arte...

Zero omaggi, ma anche quasi zero volantini per fortuna. Insomma, non so se ho sbagliato giorno o semplicemente quest'anno Aestetica è stata diversa dai precedenti, fatto sta che non ho riscontrato lo stesso entusiasmo che l'evento riusciva a portare in sè. Se non avete mai partecipato, dovete farlo anche se il biglietto d'ingresso quest'anno costava davvero una fucilata. 

Ecco il mio bottino.


Qui da Tynziamakeup è tutto.

Sarà forse questo un ritorno? Chissà...
State in campana fanciulle, potrebbero esserci novità per voi e per me.

Con affetto.

 


giovedì 30 luglio 2015

REVIEW| CREMA BASE PER IL TRUCCO ANTOS COSMESI

Ciao a tutte ragazze,

come da voi scelto, oggi parliamo di una crema viso, ma più in particolare di una base trucco dall'inci verde. Il brand in questione è Antos Cosmesi, ormai credo di aver provato quasi tutti i loro prodotti grazie a Gian Luca e alla sua famiglia e ognuno di essi, mi ha entusiasmato in particolare modo. Chi più, chi meno sono stati delle vere e proprie rivelazioni e anche in questo caso, parliamo di quello che secondo me è uno dei loro pezzi forti.


Ho scelto questa crema durante la gita al loro laboratorio lo scorso anno (se non avere letto delle avventure di Tynzia cliccate immediatamente qui) incuriosita dall'unico prodotto devoluto al make up che producono. E' stato il signor Giulio a spiegarmi come e dove è stato svolto il test di questa base trucco.

Prima che venisse messa in commercio, questa crema è stata testata dai truccatori al festival del cinema di Cannes (bella responsabilità per un test), in pratica quale occasione migliore per verificare la durata di un trucco sotto il calore disumano dei riflettori?

La crema base trucco di Antos pare aver resistito ad otto ore di riflettori ed in quanto tale, direi che è stata promossa da tutti a pieni voti. Ma sarà vero quello che ci ha spiegato il padre fondatore di Antos?

Presa dalla sindrome di San Tommaso "se non vedo, non credo" ho subito agguantato la crema e l'ho portata a Napoli con me. Inutile dire che anche io la promuovo a pieni voti, vero?


Questo primer viso, si presenta come una crema bianca all'apparenza e al tatto piuttosto pastosa. In pratica risulta leggermente più fluida di una pasta all'ossido di zinco, ma non per questo ci sono problemi con la stesura. Infatti, risulta così cremosa una volta stesa sulla pelle che sembrerà di utilizzare una normalissima crema viso. L'asciugatura è talmente rapida che avviene nel momento stesso in cui la state applicando. 

La resa del trucco è ottima, dura davvero da mattina a sera e la differenza di durata dello stesso varia molto a seconda che se la applicate prima oppure no. Il profumo è buonissimo. Non saprei dirvi in verità a quale nota associarlo, ma sa di buono come la maggior parte delle creme Antos.


L'inci è verde e questo ci rende tutte ancor più felici.

Il barattolino è di 50 ml ed il prezzo è davvero irrisorio, come tutti i prodotti del brand. La uso da mesi ormai e ne ho ancora tantissima, quindi potete tranquillamente farci un bel pò di mesi con essa. Non funge da idratante, l'unica sua funzione è quella di primer. Non secca la pelle e con il tempo non tira.


Trovate la crema base trucco sul sito ufficiale di Antos e presso i loro rivenditori fisici e online.


Blogger Template Designed by Elisha87